Chiara Albanesi

Designer & Researcher, Oblo

Paese:
Italia
Lingua:
ITA

Nata in una famiglia di pasticceri, ho studiato filosofia e antropologia culturale, per poi innamorarmi dei processi di design partecipativo. Il mio quotidiano è fatto di ricerca, strategia e cibo buono

Valuable is better than perfect.
8 novembre 2017 10:00 - 18:00

In un contesto di progettazione che mette le persone al centro, che ruolo hanno i dati?
Ovvero, come possono i dati aiutarci a capire meglio le persone per cui stiamo progettando, in integrazione alle consuete pratiche di etnografia applicata e user-centered design?

Durante questo workshop proveremo a strutturare un’analisi dei profili comportamentali a partire dai dati estratti dalle conversazioni online, usando i metodi digitali* come strumento di supporto alla mappatura dei profili e alla generazione di idee.

In occasione del World Usability Day, temi di attualità come immigrazione, diritti di genere, violenza sulle donne saranno il nostro campo di indagine, sperimentazione e progettazione, perché vogliamo che “Inclusion through User Experience” non sia solo un tema, ma un’opportunità.

Imparerai a:

  • Guardare dentro i dati per trovarci le persone.
  • Familiarizzare con i digital methods come strumento per osservare e categorizzare diverse tipologie di persone e comportamenti.
  • Arricchire le attività di ricerca sul campo tramite l’osservazione dei discorsi online.
  • Accelerare il processo di analisi e sintesi tramite visualizzazioni di dati.

Fa per te se:

  • Ti interessa imparare un approccio alternativo/complementare alla ricerca utente.
  • Vorresti capire come sfruttare la grande quantità di dati e informazioni generate dagli utenti nel mondo digitale.
  • Nel tuo quotidiano ci sono parole come user research, UX e service design.
  • Credi che progettare per le persone possa rendere il mondo migliore.

Bibliografia:

Rogers, R. (2013). Digital methods. MIT press.
IDEO (2016). The little book of design research ethics. IDEO

Note:

* I Metodi Digitali (Rogers, 2009) sono metodi di ricerca online concepiti a partire dallo studio del medium: questo significa comprendere le peculiarità e le deformazioni  del web per costruire strumenti e tecniche che possano indagarlo e permettano di ricavarne delle informazioni sulla società.

Don’t design for other people, help other people design with you.

 

Compra il biglietto