Sostenibilità e lavoro creativo

Data
11 novembre 2016
Curatore
Jacopo Romei
Independent Strategy Consulting Professional
Ora
9:30 - 13:30
Lingua
ITA

Trainer: Jacopo Romei

Costo: €110,00 + IVA

 

DESCRIZIONE: Bisogna prendere decisioni. Bisogna delegarne altre. Bisogna risolvere conflitti. Bisogna capire chi ha fatto cosa. Bisogna capire chi si prende il merito. Bisogna coltivare la trasparenza, dice. Bisogna decidere in scenari opachi, poco intellegibili e oh: senza illudersi che diventino chiari prima o poi! OK. Fin qui tutto OK, ma no, vi prego, no: tutto questo in team no!
Nel nostro workshop in 4 ore serrate di giochi seri ed esperimenti capiremo cosa ci vuole per sopravvivere al lavoro creativo e cosa fare per vivere meglio, a partire dalla mattina dopo.

 

ARGOMENTI TRATTATI:

  • Visualizzazione del flusso di lavoro;
  • Framework di analisi dei conflitti;
  • Cynefin framework per l’identificazione della complessità;
  • Teoria delle code;
  • Teoria dei vincoli;
  • Livelli di delega.

 

CHE COSA IMPARERETE:

Chiunque lavori a prodotti non seriali è un lavoratore creativo, perché ad ogni nuovo progetto genera valore innovativo (editoria, design, programmazione, architettura, etc etc). Il lavoro creativo si basa sull’apprendimento quindi e si svolge nel dominio del complesso, non del complicato, perché non esiste un piano per imparare quello che non sai ancora di dover imparare. Il lavoro creativo in squadra ovviamente rende tutto ancora più ingarbugliato.

Con questo workshop vedremo come sia indispensabile concepire il lavoro creativo di squadra non tanto in termini di planning e piani deterministici, quanto in termini di estrema trasparenza e accessibilità delle informazioni accompagnate da cicli di feedback molto stretti per adattare l’azione all’evolversi dello scenario di lavoro.

Non andremo via dal workshop con soluzioni ritagliate su misura per tutti i partecipanti, ma con principi guida per costruirne autonomamente e con qualche esempio concreto, sia basati sull’attività svolta insieme che su qualche caso di studio.

 

A CHI SI RIVOLGE IL WORKSHOP:

Designer, information architect, interaction designer, architetti, programmatori, autori, editori, project manager, account manager, commerciali, direttori delle operazioni, direttori finanziari, copywriter, art director e tutte le persone che lavorano fuori da una catena di montaggio industriale.

 

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

Il workshop sarà articolato sulla base di tre elementi: giochi e simulazioni, piccole sessioni frontali, sessioni di domande e risposte (Q&A). L’alternanza tra questi elementi sarà serrata e il programma non è completamente pre-determinato, per generare il massimo valore per i partecipanti reali invece che per i partecipanti ipotizzati.

Buy Tickets